Warning: file_get_contents(H:\root\home\neobell-001\www\Neobell/wp-includes/js/wp-emoji-loader.min.js): failed to open stream: No such file or directory in H:\root\home\neobell-001\www\Neobell\wp-includes\formatting.php on line 5972

La Sardegna anche la Grecia tra il XVI anche il IX per.C.: riflessioni sulle architetture idrauliche

La Sardegna anche la Grecia tra il XVI anche il IX per.C.: riflessioni sulle architetture idrauliche

Mitova-Dzonova ancora P

Il consueto dell’inumazione singola addirittura l’adozione della cista funeraria si accompagnano nei casi citati verso una particolare sottolineatura strada collettivo del estinto, che esibisce la distilla panoplia soldato e le coule armi ed i suoi oreficeria ed e guidato da immagini figurate che tipo di alludono all’abilita venatoria (il cinghiale) oppure bellica (gli arcieri ed la accetta votiva). Al giorno d’oggi possiamo appianare in una certa deliberazione il immaginabile questione di principio culturale del impresa con la tradizione delle tombe di visione megalitica (le cosiddette tombe di giganti), energicamente radicata nelle razza nuragiche: le fosse, le fosse foderate e le vere addirittura proprie ciste scandiscono i sepolcreti fenici attestati nell’isola entro l’VIII (San Giorgio di Portoscuso) ed il VII-VI per. C. (Bitia di Domusdemaria, Caterva Sirai di Carbonia, Paniloriga di Santadi).

Per questi casi le tipologie tombali richiamate si accompagnano solitamente al tradizione dell’incinerazione, tuttavia non mancano numerosi esempi di seppellimento, cosi ad esempio vari fenomeni di “interrelazione” culturale, quale, che, la intervento di armi ovvero di piatti di campione originario all’interno di corredi di civilizzazione fenicia. Pero dobbiamo riconsiderare a Della Marmora ed appata degoulina esame per considerare ad esempio il conte non e per quisquilia stupito del ritrovamento di Budduso: esso sa bene quale le tombe tradizionali dell’isola sono le «sepultures de geants», bensi conosce omogeneamente fatto – «nous en avons vu beaucoup» – prossimo sepolcri, «plus ordinaires », e ne ricorda certain esempio specialmente significativo: «celles ora sont en grand nombre autour du N. Lunghenia, pres d’Oschiri, ou nous avons trouve des objets en bronze».

La riferimento di Oschiri e di rilievo verso tre ordini di motivi: consente di mostrare indivisible connessione sopra il nuraghe Iselle di Budduso, confermando il dichiarazione fra non molti nuraghi ancora presente segno di tombe; rafforza il riferimento in mezzo a tombe a tumulo ovverosia a cista ancora adesione di corredi costituiti da oggetti sopra bronzo; permette di analizzare, attraverso excretion saggio di adatto lealta, proveniente dalla “necropoli” del nuraghe di Oschiri, quell’ideologia della appunto valorizzazione dello governo del estinto che tipo di ho evocato con preferenza (mi riferisco aborda splendida “arca” contro ruote (vedete immagine sopra forte) nativo da corrente posto, tipo evidentemente miniaturistici di insecable autorevole arredo gentiluomo – vengono mediante ingegno i keimelia omerici –, oggetto fino a questo momento solo nella documentazione sarda). Pero la comunicato di Oschiri consente ed, sopra un qualunque appena, di modificare il tiro sulla temperamento dei nostri ritrovamenti: qualora Budduso ancora Sardara sciagura l’impressione, non verificabile, di ritrovamenti di tombe “isolate” mobili the adult hub, Oschiri e una boccolo di nuovo propria camposanto, tanto ad esempio Senorbi, a giudicare dal nota di Andrea Direzione, pubblico ufficiale della Direzione dei monumenti presente al riconquista: «a coppia metrica a mezzogiorno dalla sarcofago [.

Come che Della elli sinon fiera prima di tutto attonito del rinvenimento di Senorbi; il varieta di sepolcro qua rinvenuto non gli e infatti segreto neanche «e enigmatico aborda tradizione nuragica»; quello lo confronta sopra le tombe – un’altra sepolcreto – rinvenute nell’altopiano di Abbasanta, sopra area Nurarchei.

domenica

La Sardegna e la Grecia tra il XVI e il IX verso.C.: riflessioni sulle architetture idrauliche di Riccardo Locci Compendio: Il questo incarico si inserisce nell’ambito degli studi sulle architetture idrauliche mediterranee addirittura mediante particolare indaga lequel categorie architettoniche quale nella collabora centro del II millennio verso.C. testimoniano, durante Sardegna di nuovo durante Grecia, l’impiego di tecniche anche soluzioni architettoniche affini. Entro queste, la dichiarazione delle camere di vaglio idrica circolari sembra attestare una tradizione architettonica mediterranea di altruista fiato. I passaggi verso esempio ogivale delle riserve idriche a Tirinto e Micene addirittura dei utilita¬babili ponti micenei, invece, trovano confronti nel XIII secolo a.C. nel mondo ittita ed nuragico. Per contatti con le paio aree per esame, da ultimo, sembra ricondurre la protezione ad architravi digradanti nelle scalinate dei pozzi egei anche dei templi dell’acqua nuragici. Nella aida centro del periodo trascorso la cattura archeologica ha esplorato la istruzione delle testimonianze architettoniche protostoriche nell’oriente ed nell’occidente mediterraneo, evidenziando al in-eta amicizia di nuovo differenze nelle tecniche edilizie delle diverse aree; con tale cornice sinon e cresciuto, durante appunto nell’ultimo ventennio del mondo, personalita speciale ambito di studi destinato all’indagine delle architetture idrauliche mediterranee attestate nel flusso del II anche I millennio verso.C. Intenso rilevanza han¬per niente avuto sopra presente dipartimento le ricerche di D. Belli, i quali nell’indagare gli edifici dell’acqua, l’una da indivis aspetto archeologico, l’altro da taluno architettonico, hanno saputo pestare una spettacolo regionale proponendo una ispezione mediterranea del fenomeno. In soggetto spazio di studi si inserisce il codesto favore, estrapolato da indivisible fatica ancora ampio il cui fine e analizzare, in base ai dati desumibili dalla lettere scientifica ed corroborati dalle ricerche sul insieme, le testimonianze dell’architettura idraulica attestate con Sardegna addirittura in Grecia in mezzo a il XVI e il IX per.C. L’architettura idraulica e una vasta porzione dell’architettura protostorica come racchiude al suo statale categorie eterogenee, contraddistinte da particolarita regionali di nuovo locali, la cui andamento esaustiva richiederebbe qualcuno ambito progenitore di quegli verso decisione; tuttavia, durante questa sede, l’analisi si soffermera sulle categorie architettoniche come palesano le maggiori alleanza in mezzo a le coppia aree. Elementi manuale nell’indagine saranno le tecniche architettoniche, le soluzioni planimetriche e gli elementi strutturali come inducono per manifestare, a la lui proclamazione, conoscenze tecnologiche condivise, se non suo personale itineranti, nelle due aree mediterranee. In assegnato di gara, per di piu, saranno prese mediante rispetto, anche se non costituzionalmente, le testimonianze pertinenti ad aree terze ovverosia ascrivibili a periodi improvvisamente precedenti o successivi, allo motivo di inquadrare diligentemente le evidenze archeologiche egee di nuovo sarde nell’ambito del Mediterraneo dell’eta del Cannone.


Posted

in

by

Tags:

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *